Zappia: “Sky, con digitale terrestre e fibra, va oltre ogni piattaforma”

- Roma

Da oggi nuovo bouquet di 15 canali di intrattenimento, serie tv, cinema e sport su dtt. Mentre tutta l'offerta viaggia anche su fibra. E Sky Q si evolve...

A 15 anni dalla sua nascita, Sky va oltre il concetto di piattaforma e rompe ogni barriera di accesso ai propri contenuti televisivi. D’ora in poi si potrà vedere Sky anche sul digitale terrestre (con 15 canali di intrattenimento, serie tv, cinema e sport) e tramite fibra (con l’Alta Definizione, le funzionalità del My Sky, Sky On Demand e Sky Go). Chi vede Sky con la parabola avrà un’offerta ancora più ricca con l’arrivo, gratis, dei canali Premium. Per gli amanti del top, infine, c’è Sky Q, la soluzione che integra tutte le diverse tipologie di ricezione – satellite, fibra e digitale terrestre – e che crea un ambiente di visione unico intorno alle persone.

L’ecosistema Sky Q è in continua evoluzione. A partire da luglio arriverà Sky Q Black, per far vivere l’esperienza di visione di Sky Q anche a chi la desidera solo sul televisore principale; a settembre la Sky Soundbox, il sistema audio all-in-one di Sky sviluppato in collaborazione con Devialet, e a ottobre il Controllo Vocale, per scegliere direttamente con la voce cosa vedere in tv. Il 2019 porterà altre due grandi novità: l’integrazione del servizio Netflix nell’ambiente di visione Sky Q e Sky Q anche via fibra. Si rinnova anche Sky Go che con l’arrivo dell’estate avrà una nuova interfaccia grafica, nuove funzionalità e permetterà di vedere contenuti on demand anche su smartphone.

“Chi ama la Tv avrà una totale libertà di scelta – ha spiegato in conferenza stampa l’amministratore delegato di Sky Italia, Andrea Zappia -. Con il lancio dell’offerta sul digitale terrestre e con il collegamento via fibra, abbiamo tolto ogni barriera tecnologica per accedere a Sky e reso più flessibile l’esperienza dei clienti. Sky così va oltre ogni piattaforma, ribadendo la sua neutralità tecnologica nella distribuzione dei contenuti e confermando la sua natura di media company che, collaborando con chi offre capacità trasmissiva, si focalizza sul ruolo di editore e aggregatore di contenuti, di innovatore e creatore di esperienza e di azienda al servizio dei suoi clienti”.