George Clooney ha invitato Joe Biden a ritirarsi dalla corsa presidenziale

fonte dell’immagine, Belle foto

didascalia dell’immagine, Clooney ha detto che i democratici non vinceranno con Biden a novembre

  • autore, Brandon Drennan e Bernd Debusman al vertice della NATO
  • azione, Notizie della BBC, Washington

George Clooney ha lanciato un feroce appello a Joe Biden affinché abbandoni la corsa presidenziale degli Stati Uniti, poche ore dopo che la veterana democratica Nancy Pelosi ha deviato una domanda sulla sua opportunità o meno di continuare.

L’attore di Hollywood e importante raccoglitore di fondi democratici ha detto che il presidente ha vinto molte battaglie nella sua carriera, “ma l’unica battaglia che non può vincere è la lotta contro il tempo”.

I suoi commenti sono arrivati ​​dopo che la Pelosi, ex presidente della Camera, si è unita alla crescente confusione nel partito, dicendo che stava “a corto” di Biden, 81 anni, per decidere se restare in corsa dopo il suo vacillante dibattito contro Donald Trump.

Il presidente ha ripetutamente indicato che rimarrà il candidato democratico e sconfiggerà il 78enne Trump a novembre.

Clooney ha scritto Il New York Times “È devastante da dire”, ma il Joe Biden che ha incontrato a una raccolta fondi tre settimane fa non è il Biden del 2010. “Non è nemmeno il Joe Biden del 2020”, ha aggiunto l’attore.

“È lo stesso uomo che abbiamo visto tutti nel dibattito”, ha detto Clooney.

L’evento di raccolta fondi, co-ospitato da Clooney a Los Angeles e a cui hanno partecipato Julia Roberts e Barbra Streisand, ha fruttato in una sola serata un record di circa 30 milioni di dollari (23 milioni di sterline) per la campagna Biden.

Il campo di Biden ha reagito alla star di Hollywood, con una fonte anonima che ha detto ai media statunitensi: “Il presidente è rimasto per più di 3 ore. [at the fundraiser]Clooney scattò velocemente una foto e se ne andò.

La campagna del presidente ha anche sottolineato che mentre stava partecipando ad una raccolta fondi, è arrivato a Los Angeles dall’Italia, dove aveva partecipato al vertice del G7.

Clooney ha detto nel suo post: “I leader del nostro partito devono smetterla di dirci che 51 milioni di persone non hanno visto quello che abbiamo visto noi”.

“È una questione di età. Niente di più”, ha continuato. Non vinceremo a novembre con questo presidente.

Clooney ha aggiunto che le sue preoccupazioni hanno avuto risonanza in “ogni” membro del Congresso con cui ha parlato.

Alla richiesta di rispondere, la campagna di Biden ha affermato in una lettera inviata dal presidente ai democratici al Congresso di essere “impegnato” nella sua candidatura e nella sconfitta di Trump.

Tuttavia, il disaccordo pubblico all’interno del partito di Biden continua a crescere mentre ospita il vertice della NATO a Washington.

Mercoledì la Pelosi, la voce più influente tra i democratici a Capitol Hill, sembrava ignorare l’insistenza di Biden.

Quando gli è stato chiesto se volesse restare in corsa, ha detto a Morning Joe della MSNBC: “Voglio che faccia qualunque cosa decida.

“Spetta al presidente decidere se candidarsi. Il tempo stringe e noi tutti lo incoraggiamo a prendere questa decisione”.

Riconoscendo le richieste del presidente durante un vertice della NATO, la Pelosi ha detto a MSNBC: “L’ho detto a tutti: smettiamola.

“Qualunque cosa tu pensi, dillo a qualcuno in privato, ma non devi metterlo sul tavolo finché non vedi come stiamo andando questa settimana. Ma sono molto orgoglioso del presidente.”

Più di una dozzina di democratici eletti hanno raccomandato a Trump di abbandonare la sua campagna dopo il dibattito del 27 giugno.

Martedì sera, Michelle Bennett del Colorado è diventata la prima senatrice democratica a rifiutare pubblicamente la proposta.

Anche se non ha chiesto che Biden si ritiri del tutto, ha detto che Trump vincerà le elezioni, forse con una “valore schiacciante”.

Mercoledì pomeriggio, Peter Welch del Vermont è diventato il primo democratico al Senato a chiedere pubblicamente a Biden di ritirarsi “per il bene del Paese”, come ha scritto in un editoriale sul Washington Post.

Il senatore Richard Blumenthal, democratico del Connecticut, ha detto ai giornalisti di essere “profondamente preoccupato” per la capacità di Biden di vincere le elezioni.

Il deputato Pat Ryan di New York ha dichiarato al New York Times all’inizio della giornata: “Per il bene del nostro Paese, per il bene dei miei due figli piccoli, chiedo a Joe Biden di farsi da parte”.

La campagna di Biden ha ribadito l’affermazione del presidente secondo cui avrebbe “corso questa corsa fino alla fine”.

Il leader della minoranza democratica Hakeem Jeffries prevede di incontrare Biden entro venerdì per discutere le preoccupazioni sollevate da diversi membri del Congresso.

Tuttavia, il sostegno generale tra i democratici eletti rimane forte.

Il governatore della California Gavin Newsom, nominato potenziale sostituto da Clooney, ha detto di essere ancora “all in” con Biden.

Il Congressional Black Caucus, composto da circa 60 politici e membri progressisti della Camera come Alexandria Ocasio-Cortez, ha pubblicamente appoggiato Biden.

Martedì, Chuck Schumer, il principale democratico al Senato, ha detto: “Sono con Joe”. Tuttavia, Axios riferisce che Schumer ha detto in privato ai donatori che è pronto a cacciare Biden.

Due democratici senior, senza nome, hanno detto al partner americano della BBC CBS News che c’è stato un “consolidamento” di opinioni nelle ultime 24 ore tra democratici eletti, donatori e gruppi che sostengono il partito del presidente.

Una delle fonti ha affermato che tutti gli interessi hanno raggiunto “quasi un consenso” su ciò che Biden dovrebbe fare.

Domande sulla campagna democratica hanno turbinato anche al vertice della NATO a Washington, DC.

Titolo del video, Nancy Pelosi ha detto che la decisione di procedere è stata del presidente
Titolo del video, Biden ignora le domande dei giornalisti durante l’incontro con Starmer

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha affermato di ritenere che gli Stati Uniti rimarranno un membro impegnato dell’alleanza, indipendentemente da chi siederà alla Casa Bianca l’anno prossimo, se Biden o lo scettico NATO Trump.

In una conferenza stampa, la BBC ha chiesto a Stoltenberg se i 32 membri della coalizione condividessero le sue speranze, nonostante le preoccupazioni sulla candidatura di Biden.

“Non sto dicendo che possiamo sempre ignorare le preoccupazioni”, ha detto Stoltenberg. “Ma per quanto pericoloso sia il mondo, è evidente che abbiamo bisogno della NATO.”

Ha aggiunto: “È nell’interesse di tutti noi restare uniti. Questo vale per l’America”.

Giovedì Biden terrà una rara conferenza stampa in solitaria e lunedì registrerà un’intervista con NBC News, che andrà in onda la sera.

Mercoledì, nello stato altalenante della Pennsylvania, gli elettori democratici che hanno parlato con la BBC hanno avuto sentimenti contrastanti nei confronti di Biden.

Karen Gilchrist ad Harrisburg ha detto di essere fermamente dalla parte di Biden perché “sa di cosa sta parlando”.

Ma a Elizabethtown, Melissa Nash, lavorando al suo laptop in un bar, ha detto: “Sono combattuta perché non sono una fan di Trump, ma allo stesso tempo c’è bisogno di qualcuno forte che guidi il Paese”.

Segnalazione aggiuntiva di Rebecca Hartman in Pennsylvania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *