In India, il numero delle persone morte in mezzo alla folla è salito a 97, ha detto il funzionario Notizie religiose

storia in crescita,

Altre centinaia sono rimaste ferite mentre migliaia si radunavano nel distretto Hadhras dell’Uttar Pradesh, e le autorità temono che il bilancio possa aumentare ulteriormente.

Un funzionario governativo afferma che quasi 100 persone sono state schiacciate e molte ferite durante un raduno religioso indù nel nord dell’India.

Una grande folla si è radunata martedì per il sermone di un predicatore in un villaggio nel distretto di Hadhras nello stato di Uttar Pradesh, a circa 200 km (125 miglia) a sud-est della capitale nazionale Nuova Delhi, ma una forte tempesta di polvere ha scatenato il panico mentre le persone se ne andavano.

Molti sono stati schiacciati o calpestati, sono caduti gli uni sugli altri e alcuni sono crollati nel fossato lungo la strada nella confusione.

“Finora abbiamo confermato 97 morti e ci stiamo concentrando sul fornire soccorso e assistenza medica alle vittime”, ha detto all’agenzia di stampa AFP Chaitra V, commissario di divisione del vicino distretto di Aligarh.

“Mentre i partecipanti lasciavano il luogo dell’evento, una tempesta di polvere ha accecato loro la vista, provocando una rissa e il conseguente tragico incidente”, ha detto.

L’ufficiale medico capo dello Stato, Umesh Kumar Tripathi, ha detto ai giornalisti che la maggior parte dei morti erano donne, aggiungendo che “molti feriti” sono stati ricoverati in ospedale.

Le persone piangono accanto ai corpi delle vittime in una ressa fuori da un ospedale di Hadhras [Reuters]

I media locali hanno riferito che c’è stata una fuga precipitosa mentre i partecipanti si precipitavano ad andarsene dopo l’evento con un leader religioso di nome Bole Baba.

Video non verificati sui social media mostravano corpi ammucchiati a terra fuori da un ospedale locale. Al Jazeera non ha potuto verificare immediatamente i video

L’ufficiale di polizia Rajesh Singh ha detto che l’affollamento potrebbe essere un fattore. I primi rapporti suggerivano che più di 15.000 persone si fossero radunate per l’evento, di cui circa 5.000 avevano il permesso di partecipare.

Donne e uomini in lacrime si radunarono fuori da un obitorio nella città di Eta, dove molti dei morti cercarono notizie dei loro parenti.

Una sopravvissuta, Jyoti, che avrebbe solo il suo nome, ha detto ai media locali che la fuga precipitosa è avvenuta subito dopo l’evento.

“Tutti avevano fretta di uscire… non c’era via d’uscita, le persone cadevano l’una sull’altra”, ha detto.

“Dopo il sermone, tutti hanno cominciato a scappare”, ha detto all’agenzia di stampa Press Trust of India Sakundala, un’altra donna che ha dato solo il suo nome.

La gente piangeva fuori dall'ospedale
Le persone piangono la morte dei loro parenti fuori da un ospedale di Hadhras [Screengrab via Reuters]

Il primo ministro Yogi Adityanath ha ordinato un’inchiesta sull’incidente.

“Sono state impartite istruzioni alle autorità interessate di effettuare operazioni di soccorso e di salvataggio in tempo di guerra e di prestare il dovuto trattamento ai feriti”, ha scritto in X.

Il primo ministro Narendra Modi ha annunciato un risarcimento di 2.400 dollari ai parenti delle vittime e di 600 dollari ai feriti.

“Le mie condoglianze a coloro che hanno perso i loro cari… auguro a tutti i feriti una pronta guarigione”, ha scritto Modi sulla piattaforma di social media X.

Il presidente Draupadi Murmu ha affermato che le morti sono “strazianti” ed ha espresso le sue “più sentite condoglianze”.

Gli incidenti mortali sono comuni nei luoghi di culto in India durante le principali feste religiose, quando grandi folle si radunano in piccole aree con poche misure di sicurezza in atto.

Nel 2016, 112 persone sono morte in un’esplosione causata dallo scoppio di petardi vietati in un tempio alla vigilia del capodanno indù. L’esplosione ha fatto a pezzi gli edifici di cemento e ha dato fuoco al complesso del tempio nello stato del Kerala dove si erano radunate migliaia di persone.

Nel 2013, altri 115 devoti morirono in una ressa su un ponte vicino a un tempio nello stato del Madhya Pradesh.

Fino a 400.000 persone si sono radunate nell’area. Ci fu una fuga precipitosa dopo che si sparse la voce che il ponte stesse per crollare.

Almeno 224 pellegrini sono morti e più di 400 sono rimasti feriti in una ressa nel 2008 presso un tempio in cima a una collina nella città settentrionale di Jodhpur, nello stato del Rajasthan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *