Incidente aereo in Nepal: 68 morti mentre aereo della Eti Airlines precipita vicino a Pokhara


Kathmandu, Nepal
Cnn

Almeno 68 persone sono morte quando un aereo si è schiantato vicino alla città di Pokhara, nel Nepal centrale, domenica, ha detto un funzionario del governo, nel peggior incidente aereo del paese. Da più di 30 anni.

Settantadue persone – quattro membri dell’equipaggio e 68 passeggeri – erano a bordo del volo ATR 72, operato da Eti Airlines del Nepal, quando si è schiantato, ha detto il portavoce di Eti Airlines Sudarsan Bardaula. Trentasette uomini, 25 donne, tre bambini e tre neonati sono stati tra le vittime, ha detto l’autorità per l’aviazione civile del Nepal.

Il portavoce dell’esercito Krishna Prasad Bandar ha detto che le ricerche sono state sospese dopo il tramonto e sarebbero riprese lunedì mattina. Bandar ha detto che centinaia di primi soccorritori stavano già lavorando per trovare le restanti quattro persone.

Secondo l’autorità per l’aviazione civile del Nepal, almeno uno dei morti è un bambino.

L’incidente di domenica è stato il terzo peggiore nella storia della nazione himalayana, secondo i dati dell’Aviation Safety Network. Luglio e settembre 1992 hanno visto il maggior numero di vittime. 113 e 167 persone sono morte negli incidenti dei voli operati rispettivamente da Thai Airways e Pakistan International Airlines.

I funzionari hanno detto che c'erano 72 persone a bordo quando l'aereo è precipitato.

L’autorità per l’aviazione civile ha dichiarato che 53 passeggeri e quattro membri dell’equipaggio erano nepalesi. A bordo c’erano quindici stranieri: cinque indiani, quattro russi e due coreani. Il resto sono singoli cittadini di Australia, Argentina, Francia e Irlanda.

L’aereo stava volando dalla capitale Kathmandu a Pokhara, la seconda città più popolosa del paese e porta d’accesso all’Himalaya, secondo quanto riportato dal media di stato del paese The Rising Nepal. Bokahara si trova a 129 chilometri (80 miglia) a ovest di Kathmandu.

Circa 18 minuti dopo il decollo, il volo ha effettuato il suo ultimo contatto con l’aeroporto di Pokhara intorno alle 10:50 ora locale. Poi cadde nella vicina valle del fiume Seti. Funzionari dell’aviazione civile hanno affermato in una dichiarazione che i primi soccorritori dell’esercito nepalese e di vari dipartimenti di polizia sono stati inviati sul luogo dell’incidente e sono impegnati nelle operazioni di salvataggio.

E’ stata inoltre costituita una commissione di 5 membri per indagare sulle cause dell’incidente. Secondo Bishnu Patel, vice primo ministro e portavoce del governo nepalese, il comitato di cinque membri presenterà un rapporto al governo entro 45 giorni.

Il primo ministro nepalese Pushpa Kamal Dahal ha dichiarato: “Sono profondamente rattristato dal triste e tragico incidente”.

“Chiedo sinceramente al personale di sicurezza, a tutte le agenzie del governo del Nepal e al pubblico di avviare efficaci operazioni di salvataggio”, ha scritto Dahl su Twitter.

Il governo ha dichiarato lunedì un giorno festivo per piangere le vittime, ha detto il portavoce del primo ministro.

Il primo ministro indiano Narendra Modi e il presidente russo hanno entrambi espresso le loro condoglianze, così come l’ambasciatore australiano in Nepal.

La compagnia nepalese Eti Airlines ha annunciato che lunedì 16 gennaio annullerà tutti i voli di linea per piangere le vittime dell’incidente aereo.

Il paese himalayano del Nepal ospita otto delle 14 montagne più alte del mondo, tra cui l’Everest. C’è un record di incidenti aerei. Il tempo può cambiare improvvisamente e le piste di atterraggio si trovano solitamente in zone montuose difficili da raggiungere.

Lo scorso maggio l’A Volo Tara Air con 22 persone a bordo Si è schiantato contro l’Himalaya a un’altitudine di circa 14.500 piedi. Dice che è il 19esimo incidente aereo del paese in 10 anni e la sua decima vittima nello stesso periodo. Rete per la sicurezza aerea Banca dati.

L’aereo coinvolto nell’incidente di domenica era un ATR 72-500, un turbojet a doppia elica spesso utilizzato nella regione Asia-Pacifico, in particolare dai vettori low cost. Il velivolo, prodotto da ATR in joint venture tra i colossi aerospaziali europei Airbus e Leonardo, Di solito ha un buon nome.

Tuttavia, sono stati coinvolti in incidenti prima. Due ATR 72 operati dall’ormai defunta compagnia aerea taiwanese Transaea si sono schiantati. luglio 2014 E febbraio 2015. Il secondo ha spinto le autorità taiwanesi a mettere temporaneamente a terra tutti gli ATR 72 registrati sull’isola.

In totale, vari modelli di ATR 72 sono stati coinvolti in 11 incidenti mortali prima dell’incidente di domenica in Nepal. Secondo la rete per la sicurezza aerea.

ATR ha informato dell’incidente in una dichiarazione di domenica.

“I nostri primi pensieri sono con tutte le persone colpite”, afferma la dichiarazione. “Gli specialisti ATR sono pienamente impegnati nel supportare sia l’indagine che il cliente.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.