Joseph Gittinger: il più alto paracadutista degli ultimi 52 anni muore a 94 anni | Esercito degli Stati Uniti

Il colonnello dell’aeronautica americana in pensione Joseph Kittinger, che deteneva il record mondiale di salti a quasi 20 miglia (32 km) sopra la Terra nel 1960 e rimase in piedi per più di 50 anni, è morto in Florida all’età di 94 anni.

La sua morte è stata annunciata venerdì dall’ex membro del Congresso americano John Micah e da altri amici. La causa è il cancro ai polmoni.

Kittinger, allora capitano e pilota dell’Air Force, ha guadagnato fama mondiale quando ha completato tre salti in 10 mesi da una gondola sollevata nella stratosfera da grandi palloni ad elio. Il progetto Excelsior aveva lo scopo di aiutare a progettare sistemi di evacuazione per piloti militari ad alta quota.

Indossando una tuta pressurizzata e 60 libbre (27 kg) di equipaggiamento, Kittinger è quasi morto durante il primo salto del progetto nel novembre 1959 quando la sua attrezzatura ha funzionato male dopo essere saltato da 14,5 miglia. Ha perso conoscenza mentre girava a 22 volte la gravità terrestre. È stato salvato quando il suo tubo semovente è stato aperto.

Joseph Kittinger 1959 su una gondola in mongolfiera per il suo primo salto di prova nel New Mexico. Foto: AP

Quattro settimane dopo, Kittinger fece il suo secondo salto da oltre 14 miglia sopra la superficie. Nessun problema questa volta.

Il salto record di Kittinger avvenne il 16 agosto 1960 nel deserto del New Mexico. La sua tuta pressurizzata ha funzionato male mentre si librava, incapace di chiudere il braccio destro, che si è gonfiato fino a raddoppiare le sue dimensioni normali prima che saltasse da 102.800 piedi – più di 19 miglia sopra la superficie.

Cadendo attraverso l’atmosfera sottile, l’aviatore della Florida ha raggiunto velocità di 600 miglia all’ora (965 km/h) prima, quando il suo paracadute si è fermato a 18.000 piedi (5,5 km), l’aria progressivamente ispessita ha rallentato la sua discesa a 150 miglia all’ora.

“Non puoi immaginare la velocità”, ha detto Gittinger alla rivista Florida Trend nel 2011. “Non hai la percezione della profondità. Se sei in una macchina che guida lungo la strada e chiudi gli occhi, non sai quale la velocità è. È la stessa cosa se sei libero nello spazio. Non ci sono indicazioni stradali.”

“Sai che stai andando troppo veloce, ma non lo senti. Non c’è vento a 614 mph che soffia su di te. Tutto quello che potevo sentire era respirare nel casco.

Il suo record è rimasto fino al 2012, quando l’austriaco Felix Baumgartner ha raggiunto una velocità supersonica di 844 mph (1.360 km/h) da un’altitudine di 24 miglia (38,6 km) sopra il deserto del New Mexico. Kittinger è stato consulente.

Kittinger rimase nell’Air Force dopo i suoi salti, servendo tre tournée durante la guerra del Vietnam. Fu abbattuto sul Vietnam del Nord nel maggio 1972, ma fu espulso. È stato catturato e torturato per 11 mesi in un campo di prigionia di Hanoi.

Si ritirò dall’Air Force nel 1978 e si stabilì nella zona di Orlando, dove divenne un’icona locale. A lui è intitolato un parco.

Gli lascia sua moglie Sherry.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.