La campagna di Biden ha posto domande al conduttore radiofonico prima dell’intervista

Lo hanno detto sabato due conduttori radiofonici Il presidente ha risposto alle domande degli assistenti prima delle interviste private con Biden questa settimana, che un portavoce della campagna ha sostenuto fosse di routine.

“Non è una pratica insolita per gli intervistati condividere argomenti che li appassionano”, ha detto in una nota la portavoce della campagna Biden Lauren Hitt. Ha anche affermato che un previo accordo sugli argomenti non è un prerequisito per le interviste.

L’approvazione da parte della campagna di Biden arriva dopo che è stato criticato per aver ridotto pesantemente le sue apparizioni pubbliche per ridurre al minimo potenziali gaffe durante le apparizioni senza copione.

Durante i 90 minuti di dibattito del 27 giugno, l’81enne democratico è apparso stanco e confuso, e a volte ha dato risposte sconclusionate. Il suo presunto avversario repubblicano, l’ex presidente Donald Trump, 78 anni, ha scatenato una raffica di falsità durante un dibattito ospitato dalla CNN. Le parti hanno deciso in anticipo di non effettuare il fact-check dei propri periti in tempo reale.

Nel corso delle sue tre campagne dal 2016, Trump ha diffuso false dichiarazioni su un’ampia gamma di questioni. Tuttavia, la performance di Biden sul palco del dibattito è stata particolarmente focalizzata questa settimana, dopo molti democratici e liberali. Voci dei media E Donatori Invitandolo a ritirarsi dalla corsa, altrimenti rischierebbe di perdere non solo la Casa Bianca, ma il controllo di entrambe le camere del Congresso.

Nell’ambito di una reazione concertata, l’addetto stampa della Casa Bianca dichiarato Biden aveva registrato mercoledì due interviste radiofoniche che andranno in onda la mattina successiva: una con Earl Ingram, che sarà trasmessa in tutto il Wisconsin, e l’altra con Andrea LaFull-Sanders su “The Source” di WURD a Filadelfia.

I due conduttori radiofonici sono apparsi sabato sulla CNN, dove il conduttore Victor Blackwell ha affermato di avere domande simili nelle interviste. “Quelle domande ti sono state poste dalla Casa Bianca o dalla campagna elettorale, oppure hai dovuto presentarle prima di questa intervista?” chiese Blackwell a Lawful-Saunders.

“Le domande mi sono state inviate per l’approvazione. Li ho accettati”, ha detto.

In cerca di conferma, Blackwell ha proseguito chiedendo: “Quindi la Casa Bianca ti ha inviato le domande prima dell’intervista?” Lawful-Sanders ha risposto: “Sì. Ho molte domande, otto. Ho riconosciuto tutti e quattro i selezionati. Gli assistenti alla campagna hanno affermato di aver inviato le domande proposte, non i funzionari della Casa Bianca.

Due persone che hanno familiarità con il processo di prenotazione di Biden hanno affermato che la campagna non continuerà la pratica di offrire “domande suggerite”.

La campagna di Trump ha fatto mosse simili. Il mese scorso, la campagna di Trump ha improvvisamente cancellato un’intervista con un giornalista locale in Virginia dopo che questi gli aveva chiesto quali domande intendesse porre. 13News Ora riportate.

Durante l’intervista alla CNN, Lafull-Sanders ha affermato che il suo pubblico era concentrato principalmente sulle differenze politiche tra Biden e Trump.

Delle domande che ha rivolto a Biden non è stato interpellato Ingram, ma il conduttore radiofonico in seguito ha detto a ABC News, “Sì, mi hanno fatto alcune domande per Biden.” Ingram ha detto che gli sono state poste cinque domande e ne ha fatte quattro a Biden. “Non ho avuto la possibilità di chiedergli tutto quello che volevo chiedere”, ha detto. Un’e-mail inviata a Ingram sabato pomeriggio non è stata immediatamente restituita.

Hitt, portavoce della campagna, ha dichiarato in un comunicato: “Le domande sono rilevanti per le notizie del giorno: al presidente è stato chiesto di questo programma di dibattito e di cosa ha da offrire ai neri americani. Non condizioniamo le interviste ad accettare queste domande e gli host possono sempre porre domande che ritengono possano informare i loro ascoltatori.

Una settimana dopo il dibattito con l’ex presidente Donald Trump, il 5 luglio il presidente Biden ha intervistato ABC News per discutere della campagna 2024. (Video: JM Rieger/ABC News)

Ha anche detto che Biden ha risposto a varie domande dei media dal suo ritorno dal Wisconsin e ad un’intervista con George Stephanopoulos trasmessa dalla ABC. “Gli americani hanno avuto molte opportunità di vederlo non scritto dopo il dibattito”, ha detto Hitt.

Più tardi sabato, Lafull-Sanders ha rilasciato una dichiarazione in difesa della sua intervista e di come le domande fossero state pre-negoziate.

“Quando mi è stato chiesto di fare questa intervista, per me è stato molto importante ascoltare le voci dei neri. Non mi sono mai sentito obbligato a porre determinate domande”, ha detto LaFull-Sanders “Ho scelto le domande che erano più importanti per loro comunità nere e marroni che serviamo a Filadelfia. Quelle domande erano ciò che volevano le comunità nere e marroni.

Matt Viser ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *