La nuova Radio Rai: studi “digital” e voci “analogiche”

- Roma

Presentate in Via Asiago le novità tecnologiche e i nuovi palinsesti. Le star sono Giovanni Minoli, Mara Venier e Maurizio Costanzo. Oltre a Fiorello...

“Accendi la radio, c’è il mondo in diretta”. In Via Asiago la Rai presenta in pompa magna il nuovo corso di Radio Rai. Una radio che come previsto dal nuovo piano industriale guarda al futuro indossando abiti a tinte “digital”. Anche se i modelli (Giovanni Minoli su Radio1, Mara Venier su Radio2 e Maurizio Costanzo su Isoradio) sembrano un pochino vintage. La novità più grande è certamente il rinnovamento tecnologico in atto. Nuovi studi interamente digitali (Via Asiago è finita) e a Saxa Rubra, dove si produce l’informazione, entro il primo semestre 2020 sarà inaugurato un nuovissimo studio dedicato a Radio1 di 300 metri quadrati. Sempre nel 2020 sarà battezzata Rai Play Radio che proporrà contenuti esclusivi e premium, per navigare all’interno dei programmi in onda o scaricare i podcast. “Una radio sempre più digital, multipiattaforma e multiforme, sempre più contaminata e contaminante” è il desidero espresso dall’ad Fabrizio Salini. E Rai Play Radio sarà il fiore all’occhiello: “Nasce per fornire un unico punto di accesso e dare visibilità a tutti i canali radio della Rai”, si legge sul piano industriale. I cinque canali tradizionali sono Radio1, Radio2, Radio3, Isoradio e Gr Parlamento. Sette, invece, quelli digitali: Radio tutta italiana, Radio Kids, Radio2 Indie, Radio Techeté, Radio live, Radio1 Sport e Radio Classica. “L’ambizione – ha aggiunto il direttore di Radio Rai Roberto Sergio – è diventare il più grande portale italiano di audio on demand”.

Il direttore di Rai Radio1, Luca Mazzà. Foto ufficio stampa Rai.

Quindi spazio ai palinsesti. Rai Radio1, diretta da Luca Mazzà, resta la casa di Informazione (30 edizioni del Gr ogni giorno), sport (dirette dei grandi eventi e l’inossidabile “Tutto il calcio minuto per minuto”), talk show consolidati (tra i quali “Radio anch’io”, “Un giorno da pecora”, “Zapping” e “Zona Cesarini”) e tanta musica popolare. Ha circa 4 milioni di ascoltatori e dal 9 settembre scorso ha riaperto le braccia a Giovanni Minoli con “Il Mix delle 5” (il lunedì e il venerdì, dalle 17.05 alle 18) che propone editoriali, inchieste, faccia a faccia, attualità sempre in collegamento con gli ascoltatori. In studio con lui Annalisa Chirico e Pietrangelo Buttafuoco. A chiudere la puntata “I gialli della storia”. Su Radio2 dal 6 gennaio la padrona di casa sarà Mara Venier con “Chiamate Mara 3131”: una linea diretta con gli ascoltatori per dare spazio a nuove storie. Ma l’attrazione principale rimarrà Fiorello con “Viva Radio Play”. Dulcis in fundo Maurizio Costanzo su Isoradio con “Strada facendo”: dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 12, insieme a Carlotta Quadri propone un viaggio nei sentimenti insieme a chi si sposta sulle strade italiane.

Approfondimenti