Shin Megami Tensei V: Revenge Recensione (Switch)

Sono passati quasi tre anni dal debutto dell’originale Shin Megami Tensei V e, come da tradizione in Atlus, è arrivata l’immancabile riedizione aggiornata (completa di una nuova trama incentrata sulle donne). Tutto Piattaforme moderne sotto forma di Shin Megami Tensei V: Vengeance. Vantando una trama alternativa completa e una raccolta di aggiustamenti al gameplay e al bilanciamento, SMTV: V è la versione definitiva di un capitolo già eccellente della lunga serie. Se sei un fan di SMT, Persona o dei JRPG in generale, devi prenderlo alla minima occasione.

Catturato (ancorato) su Nintendo Switch

Per questa recensione, ci concentreremo maggiormente sulle aggiunte e sulle modifiche apportate all’esperienza principale di SMT V con questa versione: se stai cercando una valutazione più dettagliata delle meccaniche di gioco principali e altro ancora, ti invitiamo a farlo. Puoi leggere la nostra recensione della versione 2021, che è ancora in gran parte applicabile qui.

Ora, andiamo subito in poche parole Che cosa Questa versione. Atlus di solito realizza una versione aggiornata dei suoi giochi più popolari pochi anni dopo il loro rilascio iniziale, di solito con alcuni nuovi contenuti della storia e modifiche al bilanciamento per rispondere ai reclami sulla versione originale. Versioni precedenti come Shin Megami Tensei: Strange Journey Redux, Radiant Historia: Perfect Chronology, Devil Survivor 2 Record Breaker o Persona 5 Royal di solito portavano questo contenuto extra alla fine o lo spargevano nella vecchia trama. SMT V: Ciò che rende V un po’ più speciale è che invece di fornire semplicemente un'”aggiunta” alla trama originale, questa versione porta con sé una trama completa dalla quale puoi scegliere. invece di Originale.

SMT V: V inizia in modo molto simile alla versione originale, ma a pochi minuti dalla trama, le cose divergono in un territorio nuovo e interessante. In una strana sequenza onirica, ti viene presentata la forma spettrale di una giovane donna, mentre una voce disincarnata ti dice che “non può essere permesso di esistere” e ti dà una scelta. Se la lasci lì, il destino del mondo continuerà come previsto, ma se le prendi la mano, diventerà reale e il mondo prenderà un corso non pianificato e sconosciuto. In definitiva, è qui che scegli se vuoi seguire la trama della versione originale di SMT V (chiamata “Canon of Creation”) o la nuova storia “Canon of Vengeance”.

Shin Megami Tensei V: Vengeance Recensione - Schermata 2 di 6
Catturato su Nintendo Switch (portatile/sganciato)

Se scegli di salvare la ragazza, verrà presto presentata come Yoko Hiromine, una primordiale e misteriosa Evocatrice di Diavoli che accetta di accompagnare Nahopino in una missione che determinerà il futuro del mondo nel mezzo dell’antica guerra tra Legge e Caos. Yoko è un’abile guerriera dotata di un’oscurità silenziosa e la sua forza è una risorsa gradita mentre affronti una nuova orda esotica di nemici che si fanno chiamare Gaddis. Gadistu offre un’altra prospettiva interessante sulla natura della verità nello strano mondo di Daath, e gli eventi divergono gradualmente dalla trama originale in modi più significativi e diventano più centrali nella storia.

Eravamo fan della trama originale di SMT V, ma è difficile sostenere che il secondo crack di Atlus non sia un miglioramento della storia. In molti modi, questa era la storia degli sviluppatori è piaciuto Per chi è alle prime armi, Yoko doveva far parte della versione originale prima di essere tagliata come parte dello sviluppo, e la sua aggiunta al cast principale qui sembra naturale e colma una lacuna che prima non era evidente. Forse la cosa più importante è che questa nuova trama sembra un po’ più focalizzata sulle interazioni tra i vari personaggi umani, rendendo questa storia più facilmente collegabile rispetto alla trama un po’ verbosa della prima versione.

Shin Megami Tensei V: Vengeance Recensione - Schermata 3 di 6
Catturato (ancorato) su Nintendo Switch

Anche se incoraggiamo tutti i giocatori a iniziare con la trama del Canone della Vendetta, a volte consigliamo comunque di giocare attraverso il Canone della Creazione. Ciò che ognuno di loro porta in tavola. Inoltre, se prendi in considerazione le 80 ore di durata della traccia e i finali multipli, è un Molto Se sei attratto dal gameplay duro e avvincente qui, allora i contenuti SMT V andranno bene. Basti dire che ci vorrà un po’ prima che finiscano le cose da fare.

Oltre alla storia, sono stati apportati vari miglioramenti al gameplay e alla qualità della vita per semplificare l’esperienza e renderla nel complesso più piacevole. Ad esempio, invece di aspettare di trovare la layline successiva trovata, ora puoi salvare ovunque con il semplice tocco di un pulsante. Questo aiuta a ridurre alcuni dei runback in caso di incontri difficili e rende più facile evitare di perdere un sacco di progressi se vieni saltato da un nemico che ti uccide in un colpo solo.

Da’at è ancora più interessante da esplorare e girovagare che mai e, per facilitare il viaggio, i binari sono ora posizionati in tutta la zona desolata per accelerare il viaggio. Alcuni di questi sono immediatamente visibili, altri devono essere scoperti prima di essere visualizzati sulla mappa e ci è piaciuto il fatto che si espandano su una mappa esistente dandoti accesso a nuove aree. Spesso sbloccherai un nuovo treno dopo un “lungo percorso” attorno a una serie di ostacoli per rendere più facile il viaggio da e verso la vetta.

Shin Megami Tensei V: Vengeance Recensione - Schermata 4 di 6
Catturato (ancorato) su Nintendo Switch

Demon Haunt è un’altra grande aggiunta, che ti offre una piacevole opportunità di trascorrere del tempo parlando e costruendo relazioni con le tue varie reclute. Dopo che un fantasma ha viaggiato con il tuo gruppo per un po’, ti chiederà di parlare con te, dopodiché potrai scegliere di accettare la sua richiesta in un luogo di ritrovo tranquillo accessibile da qualsiasi Leyline Found. Puoi scambiare regali o parlare con loro e, dopo la conversazione, il fantasma di solito otterrà un aumento delle statistiche. A volte anche Nahopino può ricevere un incoraggiamento diretto. Non è un sistema di connessione sociale, ma apprezziamo comunque lo sforzo di farti vedere i fantasmi piuttosto che risorse in definitiva sacrificabili. Per lo meno, Demon Haunt offre una piacevole tregua dallo stress dilagante di altre avventure, mentre i vantaggi di gioco offerti da questi scambi possono aiutarti a darti quel vantaggio per affrontare quell’incontro con il boss a cui ti stavi aggrappando.

A parte queste aggiunte, il gameplay è per il resto lo stesso dell’originale, il che è stato fantastico. Mentre esplori una vasta e inquietante terra desolata facendo la tua sciocca corsa a Naruto, Press Turn è una delle modalità di combattimento più strategiche e coinvolgenti mentre recluta e ingaggia demoni con il suo approccio strategico e coinvolgente. Una meccanica di creazione di feste avvincente e avvincente durante tutta l’esperienza. Sebbene la difficoltà elevata possa essere un deterrente per alcuni, raramente c’è un momento di noia nel corso della storia, data la ricchezza di obiettivi e opzioni di gioco. Ognuno ha i propri gusti quando si tratta di JRPG, ma è difficile sostenere che SMT V: V offra qualcosa di meno di un’esperienza di gioco raffinata e ponderata.

Shin Megami Tensei V: Vengeance Recensione - Schermata 5 di 6
Catturato su Nintendo Switch (portatile/sganciato)

Come per le precedenti riedizioni di Atlus, la cosa principale da ricordare su SMT V:V è che è sempre lo stesso gioco uscito qualche anno fa. Naturalmente, ha una nuova trama, gameplay e modifiche al bilanciamento che lo rendono un’esperienza complessivamente migliore. Cambia idea. D’altra parte, se tu fatto Proprio come la versione originale, o nonostante alcune critiche che ti hanno impedito di provarci davvero, questo gioco è fatto apposta per te. Atlus sta ritirando il gioco originale dagli scaffali dei negozi per sostituirlo con SMT V:V, ed è comprensibile il motivo, poiché questa nuova versione annulla completamente quella prima versione con tutte le aggiunte, correzioni e contenuti originali.

Uno straordinariamente ben fatto NO A migliorare questa riedizione sono le prestazioni, che non sono ancora eccezionali. Sebbene tutto funzioni a 30 FPS abbastanza costanti, sia che tu stia giocando in modalità dock o portatile, il pop-in delle risorse e la risoluzione sfocata sono la norma qui. SMT V: V è ancora una meraviglia visiva su Switch, e sicuramente sembra un gioco che non dovrebbe funzionare su un hardware così umile, ma è chiaro fino a che punto Atlus debba spingersi su Switch per ottenere prestazioni accettabili. Sebbene non Degno di nota Contiene

Shin Megami Tensei V: Vengeance Recensione - Schermata 6 di 6
Catturato su Nintendo Switch (portatile/sganciato)

È un po’ deludente e speravamo che qualche anno di esperienza nello sviluppo di Switch avrebbe portato Atlus a trovare modi per ottenere prestazioni migliori da esso. D’altra parte, riteniamo di aver raggiunto un punto in cui non c’è molto che gli sviluppatori possano ragionevolmente fare con un hardware limitato. FALSO 4. Se la mancanza di grafica o risoluzione nei tuoi giochi è un grosso problema per te, ti consigliamo di saltare lo Switch e di utilizzare una qualsiasi delle versioni disponibili su altre piattaforme hardware se hai accesso ad esse. SMT V: V è una buona esperienza su Switch dal punto di vista prestazionale, ma non sembra la versione definitiva di questa release.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *