Simone Biles è una pietra miliare per la squadra olimpica statunitense, ma chi altro si unirà a lei?

Simone Biles è pronta a far parte della sua terza squadra olimpica agli US Olympic Team Trials a Minneapolis questo fine settimana. L’evento è una vera formalità per il GOAT, ma chi sono gli altri ginnasti a cui prestare attenzione ai Giochi di Parigi del 2024?

Con la squadra maschile nominata sabato e quella femminile domenica, ecco tutto quello che c’è da sapere sulle prove olimpiche e sulle stelle della ginnastica del Team USA.

Come viene selezionata la squadra olimpica di ginnastica?

La finalista a tutto tondo dopo due giorni di gara alle prove guadagna un posto automatico nella squadra olimpica femminile composta da cinque membri. Le altre quattro donne che gareggeranno a Parigi saranno determinate da un comitato di selezione, che utilizzerà i risultati delle prove e delle gare precedenti per finalizzare la squadra.

A Minneapolis verranno nominati quattro sostituti olimpici, due dei quali si recheranno a Parigi per allenarsi con la squadra.

L’assemblaggio della squadra americana ruota principalmente attorno alle finali a squadre, dove alla squadra viene assegnata la medaglia d’oro. Tre ginnaste gareggiano in ogni attrezzo e vengono conteggiati tutti e tre i punteggi.

Scegliere le ginnaste che possono massimizzare il punteggio del Team USA in un formato tre su tre è paragonato all’assemblaggio di un puzzle. Scegliere una squadra non è sempre facile come scegliere le prime cinque ginnaste classificate nelle prove a tutto tondo.

Se i primi cinque classificati nella classifica generale sono i migliori marcatori al volteggio e al pavimento, ad esempio, e deboli alle sbarre irregolari e alla trave, portando le prime cinque ginnaste a Parigi, il Team USA soffrirà in quegli eventi. Per aumentare il punteggio della squadra, il comitato di selezione può scegliere un atleta che è arrivato più basso nel totale ma ha ottenuto il punteggio più alto della nazione alle sbarre e alla trave.

Per quanto riguarda gli uomini, squadre di cinque competono in sei strumenti. Guadagnare un posto automatico è difficile, poiché richiede che una ginnasta finisca prima nella classifica generale e si piazza tra i primi tre in almeno tre eventi. Nessun ginnasta maschio è riuscito a realizzare un’impresa simile ai Campionati statunitensi di Fort Worth.

Chi è in corsa per la squadra olimpica?

20 uomini e 16 donne si sfideranno per i posti olimpici questo fine settimana. I migliori contendenti per la parte maschile includono il campione nazionale a tutto tondo Brady Malone, la medaglia di bronzo mondiale a tutto tondo Fred Richard, Koi Young, Yul Moldar, Asher Hong, Donal Wittenberg e Shane Viscus.

Gli americani, che hanno vinto l’argento ai campionati del mondo dello scorso anno, sono a caccia della loro prima medaglia olimpica dal 2008.

Delle 15 ginnaste che gareggiano nelle prove, solo 11 sono attualmente in trattativa per entrare nella squadra olimpica di Parigi.

Skye Blakely, una diciannovenne del Texas, era stata alla guida della squadra parigina in queste prove, ma ha subito un infortunio al tendine d’Achille di fine stagione durante le prove di mercoledì. È stata membro delle squadre vincitrici della medaglia d’oro ai campionati del mondo 2022 e 2023 e recentemente è arrivata seconda nella classifica generale dietro a Biles ai campionati statunitensi.

Quelli che sono in prima linea

Simone Biles

Salvo infortuni gravi o altre calamità impreviste, Biles si dirige a Parigi. È un campione mondiale a tutto tondo e 37 volte medaglia mondiale e olimpica. La sua abilità nel punteggio supera quella di qualsiasi ginnasta al mondo ed è una delle favorite per vincere medaglie d’oro olimpiche negli eventi a tutto tondo, volteggio e corpo libero. Per Biles, le prove riguardano la preparazione mentale in modo da poter simulare la pressione di un incontro olimpico prima di Parigi.

Shilize Jones

In vista dei campionati statunitensi di qualche settimana fa, molti avrebbero definito il sei volte medaglia mondiale una serratura per la squadra di Parigi. Tuttavia, lo status di Jones rimane un punto interrogativo poiché si ritira dal campionato mentre è alle prese con un infortunio alla spalla. Alla Classic di maggio, si è consolidata come la ginnasta a tutto tondo più forte della nazione dietro a Biles, piazzandosi seconda nella classifica a tutto tondo e vincendo le sbarre irregolari. Se si esibirà vicino a quel livello a Minneapolis, è probabile che Jones faccia parte della sua prima squadra olimpica dopo aver perso nel 2021.

Soleggiato Lee

Lee, il campione olimpico a tutto tondo in carica, non è stato forte in tutti e quattro gli eventi come lo era a Tokyo l’anno scorso dopo aver combattuto contro una malattia renale. Tuttavia, le sue possibilità a Parigi sono ancora promettenti grazie al suo potenziale da medaglia sulla trave e sulle parallele asimmetriche.

In entrambe le giornate dei Campionati statunitensi, Lee ha eseguito routine spettacolari alla trave, consolidando la sua abilità come una risorsa che gli Stati Uniti utilizzeranno sicuramente nell’evento delle finali a squadre. Lee spera di aumentare il suo punteggio complessivo per dimostrare di poter fare affidamento su di lei in tutti e quattro gli eventi, ma le sue parallele e la sua trave saranno sufficienti perché il comitato di selezione la prenda.

Principali concorrenti

Giordania Ciles

Chiles ha realizzato i suoi sogni olimpici vincendo una medaglia d’argento nell’evento a squadre ai Giochi di Tokyo del 2021. Come alcune delle altre ginnaste della divisione, Chiles è una concorrente a tutto tondo molto equilibrata, ma non un evento eccezionale. Se entra nella squadra, è improbabile che vinca una medaglia individuale alle Olimpiadi, ma può dimostrare nelle prove di poter essere affidabile per coprire qualsiasi strumento nella competizione a squadre.

Se Biles, Jones, Blakely e Lee entrassero nella squadra, Chiles potrebbe finire quinto nella squadra, con un ottimo punteggio nell’esercizio a terra e un piazzamento elevato nel totale in entrambi i giorni di gara.

Giada Carey

Il campione olimpico in carica e in forma Carey aiuterà la squadra in molti modi. È forte negli esercizi a terra e ha il potenziale per una medaglia nel volteggio. Gary è un maestro nel raggiungere il picco al momento giusto e ha pubblicato Amanar Vault in Practice. È ancora a caccia della sua seconda squadra olimpica.

Kayla DiCello

Dopo essere stato nominato sostituto per le Olimpiadi di Tokyo 2021, DiCello è tornato al suo sogno olimpico. Dopo un anno di gare di ginnastica NCAA per l’Università della Florida, è tornata al suo club d’élite e si è allenata a Parigi. Quella decisione sembra aver dato i suoi frutti a DiCello, che vinse il bronzo ai campionati e aveva scritto “olimpico” dappertutto. A volte ha difficoltà ad essere costante, ma se riesce a eseguire le routine 8/8 questo fine settimana, questo potrebbe essere l’anno di DiCello.

Leanne Wong

Dopo una prestazione deludente ai campionati, Wong sembrava essere sulla buona strada per tornare in azione come sostituto olimpico. Mercoledì, durante l’allenamento a Minneapolis, ha presentato il volteggio di Cheng, inserendo quella narrazione. L’aumento di difficoltà di Wong potrebbe ripagare se gareggia con successo, ma i miglioramenti dell’ultimo minuto non sempre valgono il rischio.

La sua ginnastica è stata impressionante e, dopo aver vinto l’oro nell’evento a squadre agli ultimi due Campionati del mondo e l’argento nell’individuale a tutto tondo ai Campionati del mondo del 2021, il quad spera di tornare alla sua precedente forma di coerenza.

Potenziali cavalli oscuri

Jocelyn Roberson

Roberson si allena con Biles al World Champions Center. Era una stella nel 2023 e ha fatto parte della squadra mondiale lo scorso autunno, anche se si è infortunato subito prima della finale a squadre. È una “ginnasta potente” i cui migliori eventi sono il pavimento e il volteggio, ma attualmente è surclassata da ginnaste di forza simile.

Solo Lincoln

Come Jones, Lincoln sta tornando da un infortunio e ha dovuto presentare una dichiarazione per partecipare alle prove. È qui principalmente per un evento, gli esercizi a terra, che attualmente sono uno dei più deboli in America. È molto probabile che Lincoln finisca tra i primi 3 dell’evento alle prove, ma sfortunatamente non è un ginnasta a tutto tondo.

Il pavimento di Lincoln aumenterà il potenziale di punteggio del Team USA nelle finali a squadre, ma il comitato di selezione potrebbe decidere che portare una ginnasta che non riesce a ottenere punteggi utilizzabili su sbarre e trave è troppo rischioso se un altro membro della squadra fallisce.

Hesley Rivera

Prima dei campionati, la squadra olimpica aveva pochissimi studenti del primo anno. Dopo un sorprendente sesto posto, si è ritrovato nella conversazione per la squadra parigina. Non ha esperienza internazionale e i suoi eventi migliori sono simili a quelli di Lee, quindi a questo punto sarà relegata a una posizione alternativa. Tuttavia, se i migliori contendenti faticano a mantenere la coerenza, Rivera potrebbe essere una scelta jolly per la squadra.

Diana Sumanasekara

Bheem Rani e Sumanasekara, un’altra compagna di allenamento del GOAT, è stata una delle poche ginnaste a realizzare tutte le sue routine ai campionati. Far parte della squadra di Parigi potrebbe essere un azzardo per lei, ma potrebbe occupare un posto alternativo. Il futuro è luminoso per il sedicenne, che dovrebbe avere una possibilità alle Olimpiadi di casa entro Los Angeles 2028.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *