Se la Tgr dà il “Buongiorno” all’Auditel

- Roma

Crescono gli ascolti dei notiziari regionali nell’ultimo anno. In Lombardia +1,12% con oltre 300.000 spettatori di media.

Guardando all’Auditel, gode di buona salute l’informazione regionale della Rai. Sono quasi tutti positivi, infatti, gli indici d’ascolto della Testata giornalistica regionale guidata dal direttore Alessandro Casarin e dal condirettore Roberto Pacchetti. Dall’1 ottobre 2018 al 30 settembre 2019 – confrontati con lo stesso periodo dell’anno precedente – crescono infatti in audience e share un po’ tutti i notiziari. “Buongiorno Italia” ore 7: +69.466 spettatori e +1,41%; Buongiorno Regione ore 7.30: +78.374 e +1,17%; Tgr delle 14: -40,392 e +0,27%; Tgr delle 19: +48.172 e +0,4%; e unica nota dolente il Tgr delle 23.30: -12.687 e -0,3%. E scorrendo le tabelle spicca il dato incoraggiante della Lombardia: +1,12% con oltre 300.000 spettatori di media; bene anche l’Emilia-Romagna, che cresce dell’1,6 per cento con il Tg della sera. Tra le regioni più piccole, ottimo l’aumento di ascolti in Molise: quasi il 4 per cento alle ore 14. Per la Tgr, insomma, quello dell’Auditel è davvero un “Buongiorno”.

Approfondimenti